Menu
New Page 11

Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/ohmheroi/public_html/templates/gk_simplicity/lib/framework/helper.layout.php on line 148

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /home/ohmheroi/public_html/libraries/cms/application/site.php on line 250

Short Time Storage

 Il basso tempo di stoccaggio in magazzino è una caratteristica spesso trascurata da produttori e rivenditori ma riveste un ruolo fondamentale nella vita della batteria e nelle sue prestazioni. OhmHero presta la massima attenzione al tempo di permanenza dello stock, garantendo il più possibile una batteria performante al consumatore finale.

Scarica delle celle

Le batterie per notebook contengono da un minimo di 3 celle ad un massimo di 12 celle. Nella batteria c'è un circuito stampato, detto BMS (battery management system) che controlla le celle ed assolve a varie funzioni. Ogni cella nel circuito viene monitorata indipendentemente. La maggiorparte dei device portatili smette di funzionare quando la tensione della cella raggiunge i 3V, cmq il cut-off del circuito BMS è a 2.5V/cella e se la batteria resta stoccata ed inutilizzata per troppo tempo, le celle continuano comunque a scaricarsi : in tal caso, il circuito è inattivo (si spegne) e la batteria appare come morta. La ricarica non è più possibile. Ecco il primo motivo per non stoccare in magazzino per troppo tempo.

 Perdita di Capacità

Ongi singola cella subisce una perdita di capacità irreversibile. Avviene normalmente in funzione del numero di cicli di carica scarica ma anche in funzione dell'invecchiamento (aging) e dello stoccaggio prolungato in magazzino. La causa di questo fenomeno è l'ossidazione della cella.

cella_ohmhero_rock_content3.jpg

La parte non più utilizzabile è una zona morta, che non può essere più ricaricata. Una buona norma sarebbe quella di dismettere la batteria quando la sua capacità diminuisce di circa l'80%, ma molti utenti trovano non confortevole già una caduta di capacità del 50%. E' importante che l'avanzamento della zona morta sia lento (questo dipende dalla qualità della cella) e minimizzare l'aging: questo significa ancora avere un tempo di permanenza in magazzino il più basso possibile!

Temperatura e pre-carica di stoccaggio

Tutte le celle sono sensibili alla temperatura di stoccaggio. Le celle agli ioni di litio, inoltre, sono estremamente sensibili anche al livello di carica: le nostre batterie vengono precaricate con un SOC del 40% circa per minimizzare la perdita irreversibile di capacità. Anche tu puoi fare lo stesso, se prevedi di lasciare la batteria inutilizzata nel cassetto per molto tempo, cercando di lasciarle una carica residua di circa il 40-50% : questo aiuterà ad allungare la vita globale della tua batteria!

Le batterie ioni-litio devono essere conservate con un stato di carica, idealmente del 40%. Questo assicura che le celle interne alla batteria non vedranno cadere la tensione sotto i 2.5V a causa dell'autoscarica ed evitare la morte prematura della batteria.

La capacità di una batteria diminuisce dunque irreversibilmente nel tempo, per vari motivi, subito dopo la produzione. Occorre avere magazzini appositi ed una logistica certificata con altissima rotazione, per garantire una batteria nuova e performante alla consegna.

 

ohmHero produce grosse quantità di batterie. Transitano in magazzino pochissimo tempo, garantendo sempre una batteria fresca di produzione con celle nuovissime e non stoccate in magazzino per diversi anni. Un solo anno di magazzino, senza sistemi adatti e conoscenze sulla conservazione degli accumulatori, riduce la capacità di una batteria (~50%)

Scopri la nostra logistica...

Portatile ohmhero